Domenica 17 settembre al Castello di Rocca De' Baldi

BIODIVERSITA': cultura e colture
Domenica 17 settembre, dalle ore 9,15 alle 18,00, torna al Castello l'appuntamento di fine estate con la tutela della biodiversità e la valorizzazione dei saperi legati alle antiche cultivar locali.
La giornata illustrerà, in particolare, il progetto “Casa diffusa della biodiversità agraria” – CaDiBiA che prevede la strutturazione di una rete diffusa sul territorio cuneese e piemontese costituita da siti sperimentali nei quali svolgere le azioni a sostegno del recupero, caratterizzazione e reintroduzione di varietà vegetali tradizionali.
Nel corso della giornata, oltre al confronto sugli aspetti generali, verranno presentati i primi percorsi di lavoro collettivo realizzati dal progetto nell’ambito frutticolo (melo e castagno), orticolo (fagiolo) e dei cereali (frumenti e segale).
Nel pomeriggio avranno luogo gruppi tematici di approfondimento e un momento di scambio semi a cura della Compagnia del Giardino.
Ingresso gratuito

domenica 17 settembre | ore 14,30
"Corvi con la museruola", opera poetica di Sergio Gallo
Nell'ambito della medesima giornata dedicata alla biodiversità, alle ore 14,30 è programmata la presentazione della raccolta poetica di Sergio Gallo "Corvi con la museruola", LietoColle 2017, a cura di Cristina Raddavero, con letture dell'autore e musiche di Salvo Cirrito.
Una raccolta poetica dedicata alla natura e ad alcuni dei suoi protagonisti - gli animali, gli alberi, gli spiriti del bosco - che rappresentano i vizi e le virtù dell'uomo, e ne chiamano in causa le responsabilità.

Sergio Gallo nasce a Cuneo nel 1968 e risiede da molti anni a Savigliano. Laureato in Farmacia presso l’Università di Torino, lavora come collaboratore di farmacia. Vanta numerose pubblicazioni e riconoscimenti: il Premio «Giacomo Leopardi» (2006), il «Nuove Lettere» (2010) e il «Guido Gozzano» (2013); ha ricevuto il II Premio sempre al «Gozzano» (2010), il terzo al Premio «L'alberodirose» (2016); è stato finalista per l’inedito al Premio «Astrolabio» (2013), al Renato Giorgi (2015) e ancora al Gozzano (2014, 2015).
Ingresso libero

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.