Domenica 17 settembre si visita il castello di Fossano

Domenica 17 settembre Castelli Aperti consiglia la visita del castello di Fossano che nella stagione autunnale raddoppia i turni di visita nel pomeriggio: fino al 29 ottobre infatti - oltre a quella delle 11.00 - saranno due le partenze in programma nel pomeriggio, una alle ore 15 e una alle ore 16.30. Per tutto il periodo le visite della domenica pomeriggio saranno a cura dei volontari di Associazione Cicerone Fossano. Ritrovo presso l'Ufficio Turistico (torre est del Castello), consigliata la prenotazione.

L'attuale castello è il risultato della costruzione iniziata da Filippo d'Acaja nel 1314. In precedenza, sullo stesso sito, esisteva già un baluardo di difesa, la "bicocca", costruito poco dopo il 1236. Un primo ampliamento inizia nel 1324.
Con l'estinzione della famiglia Acaja, il castello di Fossano passò ai Savoia e fu trasformato dal duca Amedeo d'Aosta in elegante residenza, destinata ad accogliere la grande corte e il governo ducale.
Nel Cinquecento furono realizzati ulteriori ristrutturazioni dell'edificio al fine di renderlo ancora più confortevole. In quegli anni viene chiamato Giovanni Caracca ad eseguire le decorazioni interne.
Fu quindi tra i secoli XVI e XVII che il castello attraversò il periodo più florido, quando anche la Madama Reale Cristina di Francia vi abitò: fu abbellito con stucchi e dipinti, oggi quasi del tutto perduti, mentre due torri furono rivisitate con l'aggiunta di gallerie belvedere.
Successivi ampliamenti si ebbero nel Seicento quando il castello fu trasformato in carcere. Fu allora che i grandi saloni furono trasformati in piccole celle. E si avviò ad un periodo di decadenza.
Nel 1689 nelle carceri del castello 1.800 valdesi, a causa delle persecuzioni, furono rinchiusi e morirono di stenti. Nell'Ottocento il castello divenne caserma militare e in seguito sede di una scuola di veterinaria.
Nella seconda metà del Novecento si intrapresero i lavori di recupero e la fortezza degli Acaja fu adibita a sede della Biblioteca civica e dell'Archivio di Stato, ritornando agli antichi splendori.

Le altre aperture di Castelli Aperti di domenica 17 settembre in provincia di Cuneo:
Castello del Roccolo di Busca: dalle 14.30 alle 19.00
Torre di Barbaresco: dalle 10.00 alle 19.00
Forte di Vinadio: dalle 10.00 alle 19.00
Museo Civico Luigi Mallé: dalle 15.00 alle 19.00
Filatoio di Caraglio: dalle 10.00 alle 19.00
Castello dei Marchesi del Carretto a Saliceto visite guidate ore 15.00 e 16.30
Castello di Rocca de' Baldi - Museo Etnografico Provinciale dalle 14.30 alle 18.30
Castello della Manta dalle 10.00 alle 18.00
Castello degli Alfieri - Museo di Arti e Tradizioni Popolari a Magliano Alfieri dalle 10.30 alle 18.30
Castello Reale di Govone: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00
Castello di Monticello D’Alba: dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00
Palazzo Taffini d’Acceglio a Savigliano: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Museo Civico Antonino Olmo e Gipsoteca Davide Calandra di Savigliano: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30)

Logo Castelli Aperti

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra politica sui cookie.